Martina Patti interrogata, la Procura di Catania non convinta: “Troppi ‘non ricordo’ nel racconto”

Martina Patti interrogata, la Procura di Catania non convinta: “Troppi ‘non ricordo’ nel racconto”

CATANIA – Martina Patti, durante l’interrogatorio a cui è stata sottoposta davanti al gip, avrebbe accompagnato la sua ricostruzione “con molti ‘non ricordo‘ sulla dinamica che sembrano pretestuosi“.

Sarebbe questa la valutazione della Procura di Catania riguardo alle dichiarazioni rilasciate dalla donna, accusata di omicidio premeditato pluriaggravato e occultamento di cadavere.


Il gip Daniela Monaco Crea non avrebbe ancora reso di dominio pubblico la sua decisione riguardo alla convalida dello stato di fermo, né sull’emissione di un’ordinanza di custodia cautelare della 23enne.

La scelta del gip sarà depositata entro domani.

Foto di repertorio