Malore fulminante al Lungomare di Catania: la vittima è Salvatore D’Antone. “Mi mancherai”

Malore fulminante al Lungomare di Catania: la vittima è Salvatore D’Antone. “Mi mancherai”

CATANIA – Un malore fulminante, di quelli che non ti lasciano scampo e che ti lasciano senza parole, sgomento, cercando di capire in fondo cos’è la vita. È morto così, a 53 anni, Salvatore D’Antone, poco dopo le 14 di ieri, quando mentre si trovava in sella ad una bici si è accasciato al suolo, morendo sul colpo.


Un uomo come tanti, stimato – professionalmente e umanamente – titolare di un negozio di articoli sportivi nel capoluogo etneo e la passione per lo sport, quella che purtroppo l’ha portato via.

Un arresto cardiocircolatorio sarebbe la causa più accreditata del decesso a cui, nonostante l’intervento dei sanitari del 118, non sarebbe stato possibile strapparlo via. A prestare i primi soccorsi alla vittima è stata Alessandra Favoriti, il medico sportivo della Ternana.


Quest’ultima, alloggiando con la squadra all’hotel Nettuno, avrebbe assistito alla scena intervenendo tempestivamente con un massaggio cardiaco. Purtroppo l’intervento della Favoriti, insieme al personale medico, a nulla è servito.

Ci sono i capi… e poi ci sono i ‘LEADER’! Il Capo ‘dirige’ il Leader ‘istruisce’.  Il Capo ‘fa paura’ il Leader ‘genera entusiasmo’. Il Capo dice ‘IO’ il Leader ‘NOI’. Il Capo ‘sa come si fa’ il Leader ‘spiega come si fa’. Il Capo ‘COMANDA’ il Leader ‘DOMANDA’. Il Capo dice ‘FALLO’ il Leader dice ‘FACCIAMOLO’. Ciao D’antone“, scrive Daniela.

A fargli eco anche Alessandro: “Salvatore D’Antone cazzo no! E adesso chi mi prenderà a pugni? Mi mancherai“.

Alle 16 di oggi, nella Chiesa di Santa Lucia, si terranno i funerali.

Fonte immagine Facebook