Librino a “ferro e fuoco”: controlli a tappetto, multe e denunce

Librino a “ferro e fuoco”: controlli a tappetto, multe e denunce

CATANIA –  Nella giornata di ieri, nell’ambito di un servizio interforze di ordine e sicurezza pubblica disposto dal questore Aberto Francini, personale della polizia di Stato, coadiuvato da personale dei carabinieri, della Guardia di Finanza e della polizia municipale, coordinato dal commissariato di Librino, ha dato luogo a numerosi e diversificati servizi straordinari di controllo del comprensorio territoriale del quartiere di Librino volti alla prevenzione e repressione dei reati in genere e delle violazioni al Codice della Strada.

Sono stati impiegati: 3 equipaggi automontati del commissariato Librino, 3 pattuglie del reparto prevenzione crimine Sicilia Orientale, una pattuglia dei carabinieri, un equipaggio della Guardia di Finanza e una pattuglia della polizia municipale di Catania appartenente al settore viabilità. Con l’ausilio di personale Enel, sono stati eseguiti mirati controlli volti a verificare la presenza di eventuali allacci abusivi ai contatori nella zona del viale Moncada che hanno portato alla denuncia all’autorità giudiziaria di 9 persone responsabili di furto aggravato di energia elettrica.


Particolare attenzione è stata, altresì, dedicata a contrastare e reprimere il fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti e la detenzione di armi ed esplosivi. A tal fine sono state eseguite, con l’ausilio di una unità cinofila in dotazione alla Guardia di Finanza, 4 perquisizioni domiciliari di soggetti pregiudicati e inoltre sono stati attentamente ispezionati gli spazi comuni di un edificio in viale Moncada. Tale attività ha condotto al ritrovamento di una pistola semiautomatica con matricola abrasa marca “Tanfoglio Force 99”, munita di relativo caricatore completo di 16 cartucce, abilmente nascosta all’interno del vano motore dell’ascensore, e trovate sul lastrico solare 11 cartucce calibro 6,35 e 4 cartucce cal WW25 Auto.

Sono state inoltre controllate 8 persone sottoposte alla detenzione domiciliare.

Infine, sono stati istituiti posti di controllo che hanno condotto al conseguimento dei seguenti risultati: 47 le persone controllate; 98 i veicoli controllati; 37 le contravvenzioni al Codice della Strada; 7 per la mancata copertura assicurativa per la responsabilità civile; 7 per il mancato utilizzo del casco; 3 per inottemperanza all’alt intimato dalla polizia; 8 per la mancata revisione; 3 per la mancata esibizione di documenti; 8 per guida senza patente; uno per il deterioramento della targa; 3 per il mancato utilizzo della cintura di sicurezza.

Per le suddette violazioni si è proceduto a 5 sequestri e 4 fermi amministrativi di veicoli e alla contestazione di infrazioni per un controvalore pari a 31.776 euro.