Incubo per una 24enne catanese, stalking e minacce dall’ex che non si rassegna alla fine della relazione: arrestato

Incubo per una 24enne catanese, stalking e minacce dall’ex che non si rassegna alla fine della relazione: arrestato

CATANIA – Una donna catanese, nei giorni scorsi, ha chiesto aiuto alla polizia locale spaventata per la presenza fuori dalla propria abitazione di un ragazzo violento che ha colpito più volte la porta con fare minaccioso.

All’arrivo della polizia, al giovane è stato chiesto di fornire le proprie generalità ma, in preda a un attacco d’ira, ha tentato di aggredire addirittura gli agenti presenti sul posto.


La polizia è comunque riuscita a bloccarlo, venendo a sapere che il raptus di rabbia era dovuto alla fine della relazione con la figlia 24enne della donna.

Secondo le ricostruzioni, anche in passato, il giovane aveva un atteggiamento violento e aggressivo, sia con la ragazza che con i suoi familiari con fini persecutori e di stalking.

Infatti, in diverse occasioni, il ragazzo avrebbe fatto vivere alla vittima e alla sua famiglia momenti di vero e proprio terrore e preoccupazione.

In una circostanza, avrebbe suonato ripetutamente il campanello di casa con insistenza rischiando anche di bruciarlo.

Si trattava, quindi, di una relazione tormentata, tra diversi tira e molla, in cui la ragazza aveva sopportato veramente tanti soprusi in passato e atteggiamenti spiccatamente violenti tenuti dall’ex anche davanti agli amici.

L’uomo è stato perciò arrestato per resistenza e lesioni a pubblico ufficiale, denunciato per atti persecutori, tentata violazione di domicilio e rifiuto di fornire le proprie generalità.

Foto di repertorio