Inchiesta "I Viceré": torna in libertà Alberto Caruso, esponente del clan mafioso della famiglia Laudani

Inchiesta “I Viceré”: torna in libertà Alberto Caruso, esponente del clan mafioso della famiglia Laudani

Inchiesta “I Viceré”: torna in libertà Alberto Caruso, esponente del clan mafioso della famiglia Laudani

CATANIA – Alberto Caruso, nipote di Sebastiano Laudani, è tornato in libertà. La decisione è arrivata oggi da parte della Corte d’Appello di Catania.


Caruso sta affrontando il processo d’appello interno all’inchiesta “I Viceré”, una maxi operazione antimafia portata a termine dai carabinieri di Catania nei confronti del clan dei Laudani.

Già condannato più volte per associazione mafiosa, associazione finalizzata al traffico di stupefacenti, svariate rapine e detenzione di armi, nell’inchiesta, il Caruso, è imputato per associazione mafiosa e ben 7 estorsioni. In primo grado, con il rito abbreviato, era stato condannato a 13 anni di reclusione finendo dietro le sbarre il 10 febbraio 2016, ma è stato assolto da 4 delle 7 estorsioni contestate.


Ieri si è tenuto un interrogatorio nell’ambito del quale Alberto Caruso ha esposto il suo grande impegno per iniziare un serio percorso rieducativo. Tutto ciò ha portato alla sua scarcerazione.

Immagine di repertorio