Femminicidio Lucrezia Di Prima, uccisa dal fratello e gettata nelle campagne: tante ombre, poche luci

Femminicidio Lucrezia Di Prima, uccisa dal fratello e gettata nelle campagne: tante ombre, poche luci

SAN GIOVANNI LA PUNTA – Ancora tante, troppe ombre intorno alla morte di Lucrezia Di Prima, 37enne scomparsa a San Giovanni La Punta e poi ritrovata morta nelle campagne di Nicolosi.

Il fratello Giovanni, poi, 22enne, avrebbe confessato il delitto. Pertanto è stato fermato dai carabinieri in esecuzione di un decreto di fermo emesso dalla Procura per omicidio e occultamento di cadavere.


Sul corpo della donna sono state trovate diverse ferite da arma da taglio, ma nessun oggetto ritrovato. Pertanto, ancora si cerca di ricostruire con esattezza.

Delitto senza movente

Si indaga anche per comprendere le motivazioni del folle gesto. In paese, invece, si vocifera che il ragazzo in passato avesse avuto qualche problema e l’ipotesi che prenderebbe corpo è che avrebbe agito al culmine di un raptus durante una lite. Al momento, è un giallo.

Il sopralluogo

Il fratello avrebbe indirizzato i carabinieri per trovare il cadavere: una stradina secondaria nelle campagne di Nicolosi. Sulla strada, però, è stato trovato poco sangue tanto che si sospetterebbe che l’omicidio sia stato commesso in un altro luogo (probabilmente a casa).

Adesso, infatti, le ricerche si concentreranno nell’abitazione per verificare se l’omicidio è avvenuto lì o in un altro luogo. Si sta effettuando un sopralluogo per vederci chiaro.

Shock a San Giovanni La Punta

La notizia ha sconvolto l’intera comunità di San Giovanni La Punta e non solo. Un femminicidio, l’ennesimo, che arriva come una doccia fredda.

Lucrezia era fidanzata da anni, non lavorava ed era definita una ragazza “casa e chiesa”. Proprio questa vita eccessivamente “tranquilla” potrebbe aver infastidito il fratello, secondo le prime ipotesi al vaglio degli inquirenti.

L’allarme della sua scomparsa l’avrebbe lanciato il fidanzato, ma poi i genitori avrebbero presentato la denuncia di scomparsa ai carabinieri.

Il commento di Simona Suriano

La deputata nazionale Simona Suriano commenta il delitto avvenuto nella cittadina etnea dove la parlamentare del Gruppo Misto risiede: “Ancora una donna uccisa barbaramente in un contesto familiare, ancora un grave lutto per la nostra comunità di San Giovanni la Punta. Un orribile delitto su cui le forze dell’ordine faranno luce pienamente“.

In questo momento di dolore e smarrimento il mio pensiero e la mia vicinanza vanno ai familiari di Lucrezia Di Prima, colpiti da una tragedia terribile”, conclude.

Fonte foto Facebook