Divieto di balneazione a Santa Tecla, il sindaco firma apposita ordinanza: “Acqua non idonea”

Divieto di balneazione a Santa Tecla, il sindaco firma apposita ordinanza: “Acqua non idonea”

ACIREALE – Su segnalazione della Capitaneria di Porto, gli uffici comunali competenti hanno provveduto a istituire il divieto di balneazione temporaneo, ai sensi dei commi 4 e 5 dell’articolo 50 del decreto legislativo 267/2000, lungo la spiaggia “Cocole” della frazione Santa Tecla.

A tale proposito è stata firmata apposita ordinanza, dal sindaco Stefano Alì, e dal capo settore Ambiente, Giuseppe Sorbello.


L’acqua in esame non risulta essere idonea per la balneazione per elevato numero di Enterococchi ed Escherichia Coli”, si legge nel provvedimento.

A chiunque si raccomanda di osservare e fare osservare il divieto di balneazione imposto. Per i trasgressori si prevedono sanzioni salatissime.

Foto di repertorio