Da Catania a Vaccarizzo, raccolta firme per prevenire gli incendi

Da Catania a Vaccarizzo, raccolta firme per prevenire gli incendi

CATANIA – Stamattina, dalle ore 9 alle ore 13, in Via Santa Maria di Nuovaluce (zona Fossa Creta) è stato allestito un gazebo per avviare una petizione popolare volta a sollecitare l’inizio dei lavori di bonifica dei terreni comunali e la pulizia dei canneti che costeggiano i torrenti (Acquasanta, Acquicella, etc.) per la prevenzione degli incendi e di altre calamità naturali, magari mediante la realizzazione di apposite linee taglia-fuoco.

L’iniziativa, voluta dai cittadini, è stata seguita dal Consigliere Comunale Giovanni Petralia che da sempre si dedica con tenacia al tema della sicurezza e della prevenzione.


In circa 3 ore di attività sono state raccolte più di 200 firme che nel corso della prossima settimana verranno inviate alle direzioni competenti (Ambiente e Manutenzioni) per cercare di accorciare il più possibile i tempi di intervento, mostrando la serietà di tale problematica e mettendo in risalto la voce dei cittadini.

Ad agosto 2021 un terribile incendio aveva messo in ginocchio buona parte della periferia catanese, causando dei problemi seri anche nella zona della Playa e di Vaccarizzo, e quindi oggi devono essere compiuti tutti gli sforzi possibili per evitare che ciò avvenga anche nel 2022.

Quest’anno, come già sollecitato più volte, si spera infatti in un’opera di prevenzione che venga sostenuta prima dell’avvento delle alte temperature e che assicuri piena sicurezza ai cittadini del posto. Alcune attività di pulizia dei canali e dei torrenti erano state avviate qualche settimana fa a Maristaeli e nella zona industriale ma è adesso necessario estendere prima possibile l’avvio di queste operazioni nelle periferie che maggiormente hanno bisogno di aiuto e che vivono quotidianamente nel timore che il primo incendio possa distruggere abitazioni ed altro a causa dell’eccessiva vicinanza tra le case e la vegetazione che cresce incontrollata accanto ai torrenti naturali e che minaccia con insistenza le abitazioni civili.

Spero che le direzioni competenti riescano a garantire prima possibile l’avvio di queste operazioni di prevenzione come fatto spesso negli anni passati, mettendo in campo una seria e concreta collaborazione. Bisogna dimostrare ai cittadini che il tema della sicurezza e della tutela della salute ricopre un ruolo centrale che va salvaguardato a tutti i costi a prescindere dal periodo più o meno difficile che ci troviamo ad affrontare“, dichiara Petralia.