Corruzione e concorso in associazione mafiosa, ex governatore Lombardo in aula: chiesta condanna a 7 anni e 4 mesi

Corruzione e concorso in associazione mafiosa, ex governatore Lombardo in aula: chiesta condanna a 7 anni e 4 mesi

CATANIA – La Procura Generale di Catania ha chiesto la condanna a 7 anni e 4 mesi di reclusione per Raffaele Lombardo, ex presidente della Regione Siciliana.

Il precedente governatore è accusato di concorso esterno in associazione mafiosa e corruzione elettorale. La richiesta iniziale, formulata dai pubblici ministeri Sabrina Gambino e Agata Santonocito, era di 11 anni.


Il nuovo processo di Appello è scaturito dalla decisione, emessa dalla Corte di Cassazione, di annullare la sentenza del procedimento di secondo grado del 2018. In quell’occasione, Lombardo era stato assolto dall’accusa di concorso esterno in associazione mafiosa e condannato solo per corruzione elettorale a 2 anni (pena sospesa).

Il politico siciliano era presente in aula e avrebbe rilasciato alcune dichiarazioni sulla vicenda.

Immagine di repertorio