Contrasto illegalità diffusa per spaccio di droga: guai per un 20enne e un 21enne del Catanese

Contrasto illegalità diffusa per spaccio di droga: guai per un 20enne e un 21enne del Catanese

MANIACE – Carabinieri impegnati in un’attività di controllo a largo raggio finalizzata al contrasto dell’illegalità diffusa ed in particolare allo spaccio di droga. Sono numerosi i posti di controllo dislocati lungo le strade d’accesso e nel centro cittadino che hanno consentito l’identificazione di numerose persone, soprattutto giovanissimi, in transito a bordo di veicoli, alcuni dei quali sottoposti a controllo per il comportamento sospetto.

In particolare, un 20enne è stato arrestato, in flagranza di reato, perché gravemente indiziato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Le ricerche effettuate dai militari hanno consentito di rinvenire sull’autovettura Wolkswagen Golf, occultate all’interno di un’intercapedine sopra il cruscotto porta oggetti, 7 dosi di cocaina.


La perquisizione ha visto il contributo dei cani antidroga Reily e Athos che hanno fiutato nella legnaia ubicata nella sua abitazione altri 26 grammi di cocaina, custoditi all’interno di un barattolo di vetro, mentre nel garage di pertinenza è stato trovato materiale vario utilizzato per il confezionamento ed il taglio oltre ad un bilancino di precisione e la somma in denaro contante di 450 euro ritenuta provento dell’attività di spaccio.

Nell’ambito del medesimo contesto operativo è stato sottoposto a controllo e poi denunciato un 21enne in quanto gravemente indiziato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Il predetto è stato trovato in possesso di cocaina, già suddivisa in 5 dosi. che i cani hanno fiutato all’interno di un mobile del salotto della casa.

Rinvenuta anche la somma in denaro contante di 1.415 euro ritenuta provento di spaccio nonché tre bilancini di precisione e materiale idoneo al confezionamento della sostanza. L’Autorità Giudiziaria ha convalidato l’arresto disponendo altresì per il 20enne la sottoposizione all’obbligo di firma alla Polizia giudiziaria.