Come oggi, 33 anni fa nasceva ad Adrano la prima associazione di volontariato per scopi di Protezione civile

Come oggi, 33 anni fa nasceva ad Adrano la prima associazione di volontariato per scopi di Protezione civile

ADRANO – Sono passati 33 anni, precisamente nel 1989 nel territorio della Regione Siciliana nasceva la prima associazione di volontariato per scopi di Protezione civile.

L’associazione denominata P.C.A. Protezione Civile nasce nel Comune di Adrano in provincia di Catania a opera di Marcello Santangelo, Fausto Zingales e Maurizio Santangelo; l’associazione ha iniziato la sua attività con il primo intervento di Protezione civile proprio durante il terremoto di Santa Lucia, nel Siracusano, e ha partecipato da allora a tutte le calamità che si sono verificate sul tutto il territorio Nazionale.


 

 

 

Era il 2008 quando l’associazione decide di istituire la sezione aerea, da allora è stata impegnata in diverse occasioni, soprattutto nell’avvistamento degli incendi, nel monitoraggio dell’Etna e nella ricerca di dispersi.

 

 

La sezione aerea si avvale di un team specializzato nel settore aeronautico dai controllori del traffico aereo a piloti professionisti che prestano la loro professionalità volontariamente senza nessuna retribuzione.

 

 

Dopo tante difficoltà risolte con la massima professionalità dalla dottoressa Sonia Alfano del Dipartimento Regionale della Protezione civile della Regione Siciliana e da un funzionario della Protezione civile del Comune di Santa Venerina, Giuseppe Belfiore, si è riusciti ad avere 3 container inutilizzati concessi dal sindaco di Santa Venerina e trasportati in contrada Margherito nel territorio del Comune di Ramacca per organizzare un centro dedicato a tutte le attività di Protezione civile e nello stesso tempo per dare supporto a tutti gli enti di Stato che operano nel campo Aeronautico.

Questo progetto si sa sviluppando anche grazie alla collaborazione dell’Associazione Margherito e associazione Avioramacca che lavorano insieme in questo progetto.

 

 

 

Non sarebbe stato possibile effettuare tutto questo se non per la disponibilità della Direzione Regionale dei vigili del fuoco di Palermo che con dei mezzi speciali hanno effettuato il trasporto del container da Santa Venerina a Ramacca.

Il progetto raggiugerà un obiettivo importante nel territorio grazie all’interesse dell’ingegnere Salvatore Cocina, capo Dipartimento della Protezione civile della Regione Siciliana e della volontà di Nunzio Vitale, sindaco di Ramacca, che con tanto impegno sta cercando di portare avanti dei progetti per la salvaguardia del territorio Ramacchese.

 

Le foto