Catania, sanzioni per mancato possesso di Green Pass: nel mirino Misterbianco e Randazzo

Catania, sanzioni per mancato possesso di Green Pass: nel mirino Misterbianco e Randazzo

CATANIA – I carabinieri della Compagnia di Catania Fontanarossa e di Randazzo, nell’ambito delle attività finalizzate all’attuazione delle disposizioni per il contenimento del Coronavirus tuttora in atto, stanno svolgendo molteplici servizi per il controllo della certificazione Green Pass, e per il rispetto dell’utilizzo dei dispositivi di protezione individuale.

A tal fine pertanto i militari della Compagnia di Catania Fontanarossa hanno ispezionato numerose attività commerciali procedendo al controllo dei clienti presenti, sanzionando quindi il gestore di una sala giochi di Misterbianco per omesso controllo della certificazione verde al personale, i titolari di un bar di Catania e di un chiosco di Misterbianco per il mancato possesso della medesima attestazione, nonché 4 avventori per mancanza di essa nei luoghi al chiuso.


Analogamente, i militari della Compagnia di Randazzo hanno denunciato un 53enne catanese e una 31enne padovana perché ritenuti responsabili del reato di sostituzione di persona.

Avevano infatti chiesto il Green Pass a due avventori seduti ad un tavolo dei locali interni di un bar i quali però, con apparente solerzia, hanno esibito la certificazione ai militari. Dopo una veloce verifica i militari hanno però constatato lo stratagemma dei due che, invero, avevano loro fornito l’autorizzazione di altre due ignare persone, realmente intestatarie del certificato.

Nel prosieguo del servizio, inoltre, è stato sanzionato il titolare del bar per omessa vigilanza nei confronti dei due avventori ed inoltre nel corso del servizio altri due soggetti sono stati sanzionati in quanto sprovvisti della certificazione e un altro titolare di un esercizio commerciale per omessa vigilanza nei confronti degli avventori.

Complessivamente sono sottoposti a controllo 102 esercizi pubblici e 516 persone.