Catania, sanificazione St Microelectronics: il deputato del Pd Raciti presenta interrogazione al governo

Catania, sanificazione St Microelectronics: il deputato del Pd Raciti presenta interrogazione al governo

CATANIA – Il deputato Fausto Raciti del Pd ha presentato un’interrogazione indirizzata al ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, al ministro dell’Interno, al ministro dell’Economia e delle Finanze.


La richiesta fatta al governo è se intenda adottare, a causa dei casi che vedono dei lavoratori positivi al Coronavirus, delle iniziative volte alla sospensione delle attività alla St Microelectronics di Catania.

Con il decreto dello scorso 22 marzo 2020 il governo ha decretato la sospensione delle attività produttive commerciali e industriali non essenziali con alcune eccezioni tra le quali quelle che scelgono la modalità del lavoro agile e le attività degli impianti di produzione a ciclo continuo. Il 23 marzo le rappresentanze sindacali di Fiom e Uilm dello stabilimento St Microelectronic di Catania hanno scritto al prefetto di Catania che, a loro parere, l’azienda non aveva i presupposti per proseguire lattività produttiva lamentando i rischi di contagio connessi alla gestione degli spazi comuni come locali mensa, servizi igienici, sale di vestizione e svestizione per l’accesso alle sale di produzione.


Tre giorni dopo il prefetto di Catania, nel corso dell’incontro tra sindacati e azienda, ha affidato al dipartimento prevenzione dell’Asp di Catania il compito di formalizzare una procedura specifica per Covid19, avendo cura di consultare preventivamente e tempestivamente i RR.LL.SS., in ordine alle procedure attuate per il contenimento, assicurandone ampia diffusione al personale, che comprenda quanto disposto dalle normative nazionali e regionali”, secondo quanto riportato dalla relazione del suddetto dipartimento firmata dal dottor Antonio Leonardi il 31 marzo.

Nello stesso giorno le rappresentanze dei lavoratori per la sicurezza di Fiom e Uilm, nel corso del confronto con l’azienda, hanno contestato l’efficacia delle disposizioni prescritte dall’Asp di Catania, chiedendo azioni ulteriori a tutela dalla salute dei lavoratori dello stabilimento. Infine lo scorso 4 aprile venne data notizia, oltre ai tre casi già risultati positivi al Covid-19, di un quarto dipendente dell’azienda ricoverato in Terapia Intensiva presso l’ospedale Umberto I di Siracusa, con i sintomi di una polmonite grave anche se non ancora sottoposto a tampone.

Intanto, alcuni giorni fa, la Federazione Del Sociale Usb Catania ha chiesto l’intervento diretto del Prefetto per chiudere lo stabilimento e sanificarlo perché la St Microelectronics è una minaccia per le lavoratrici e i lavoratori e per la città di Catania.

Immagine di repertorio