Catania, rubato defibrillatore al lungomare? L’assessore Parisi chiarisce: “Deve essere ancora installato”

Catania, rubato defibrillatore al lungomare? L’assessore Parisi chiarisce: “Deve essere ancora installato”

CATANIA – Ha destato scalpore nel capoluogo etneo la notizia, diffusasi in mattinata, circa il presunto furto di un defibrillatore presente in piazza Leonardo Sciascia, sul lungomare catanese.

In tanti, infatti, hanno notato la presenza di una teca vuota sulla sommità della colonnina deputata a conservare il dispositivo salvavita da utilizzare nell’eventualità di un malore di natura cardiaca.


La “notizia” è rimbalzata in pochissimo tempo sui social network e si è subito pensato a un atto vandalico da parte di ignoti. Tuttavia, la situazione sembrerebbe essere ben diversa da quella raccontata sulle bacheche virtuali.

“Deve essere ancora installato”

Il defibrillatore non è stato rubato“, assicura ai nostri microfoni l’assessore allo Sport del Comune di Catania, Sergio Parisi.

Verrà installato la prossima settimana, erano già iniziati i lavori per installare la colonnina e non è ancora presente. Le ultime inaugurazioni sul lungomare sono state fatte in piazza Nettuno e piazza Mancini Battaglia e i defibrillatori sono ancora lì“.

In piazza Sciascia, specifica l’assessore, “è stata montata la colonnina ed è stata collegata con l’impianto elettrico“, ma il dispositivo dovrà ancora essere installato.

Una mappa per localizzarli

In futuro, anche al fine di evitare situazioni simili e per avere certezza della presenza dei defibrillatori sul territorio catanese, potrebbe rivelarsi utile una mappa in grado di localizzarli.

Avere una prima mappa non è una cosa sbagliata. Ultimamente ne abbiamo messo uno anche davanti lo stadio, varrebbe la pena iniziare a comunicare bene dove sono installati“, è la risposta dell’assessore Parisi.