Catania, picchiano a bastonate e derubano i passanti: coinvolte anche piazza Lincoln e via del Bosco

Catania, picchiano a bastonate e derubano i passanti: coinvolte anche piazza Lincoln e via del Bosco

CATANIA – Alle ore 6,30 del mattino di oggi, è giunta nella sala operativa della Questura una segnalazione da parte di un utente, il quale ha riferito di aver subito una rapina in Piazza Lincoln a opera di due individui a bordo di una Lancia Y blu scuro che, dopo averlo percosso con un bastone, gli hanno rubato un borsello con diversi effetti personali.

La vittima, un giovane cingalese, al momento della fuga dei due malviventi è riuscita a fotografare con il proprio telefono l’autovettura dei due.


Trascorsi pochissimi minuti, è giunta un’altra nota di rapina da parte di un utente in piazza del Carmelo; anch’egli ha riferito di essere stato aggredito con un bastone di legno da parte di due individui, corrispondenti alla precedente descrizione, i quali gli hanno rubato il portafogli caduto a terra a seguito della colluttazione avuta con la vittima.

Dopo pochissimi minuti è giunta ancora un’altra chiamata per segnalare una rapina consumata in via del Bosco, sempre ad opera di due individui a bordo di una Lancia Y, corrispondenti nella descrizione agli autori delle precedenti rapine.

In questo caso l’atto predatorio non è stato concluso a causa della pronta reazione della vittima che resisteva all’aggressione, reagendo alla rapina e riportando un trauma cranico con 20 giorni di prognosi, ma riuscendo a mettere in fuga i due malviventi.

Successivamente gli stessi malfattori hanno effettuato un prelievo di 150 euro utilizzando la carta bancomat sottratta alla vittima della seconda rapina.

Inviate tutte le Volanti in zona Barriera, il personale ha individuato l’autovettura più volte segnalata ed è riuscito a bloccare e ad arrestare i rapinatori in via Nuovalucello, proprio nei pressi dello sportello bancomat dove avevano effettuato il prelievo di denaro.

I due sono stati sottoposti a perquisizione personale, estesa all’autovettura, all’interno della quale è stata ritrovata una mazza da baseball di colore blu usata per commettere le aggressioni nei confronti delle vittime. Inoltre, sono stati trovati i soldi appena prelevati e la tessera bancomat.

I due malviventi, due pregiudicati di 35 e di 20 anni con precedenti specifici ed entrambi sottoposti ad avviso orale, sono stati prelevati e condotti in Questura in stato di arresto. Dei fatti è stato informato il pubblico ministero di turno che disponeva che gli arrestati venissero rinchiusi in carcere in attesa dell’udienza di convalida.

Il Questore, inoltre, sta vagliando l’adozione di misure di prevenzione maggiormente afflittive.