Catania, Monumento ai Caduti “in mano” ai vandali. La denuncia e la richiesta del consigliere Cardello

Catania, Monumento ai Caduti “in mano” ai vandali. La denuncia e la richiesta del consigliere Cardello

CATANIA – Il Monumento ai Caduti sul lungomare di Catania finisce nuovamente nel mirino dei vandali. Una situazione denunciata dal consigliere del II municipio, Andrea Cardello, che oggi chiede all’amministrazione comunale interventi di messa in sicurezza per l’intera area.

La preoccupazione è quella di ritornare ad un passato dove questa struttura era un misto tra bivacchi, bagno a cielo aperto e bacheca dove lasciare una propria dedica – afferma Cardello – io stesso, durante un sopralluogo in zona, ho potuto notare come sui muri esterni ci sono decine di ‘opere’ che riproducono lettere, messaggi e nomignoli stilizzati.


Non mancano nemmeno insulti, minacce e persino citazioni poetiche. Parliamo di puro e semplice teppismo che, se non fermato immediatamente, rischia di diventare incontrollabile”.

Vandali che imbrattano, danneggiano e deturpano. Eppure sul destino di questo impianto sembrava essere arrivati ad un punto di svolta quando alcune associazioni del territorio decisero di “adottarlo”.

Il Monumento ai Caduti del viale Ruggero di Lauria – prosegue Cardello – può diventare uno dei salotti buoni della città con spese contenute per l’amministrazione e con la possibilità di coinvolgere gli imprenditori della zona.

Desidero ribadire la necessità di un pronto intervento di decoro e vigilanza dall’area da parte dell’amministrazione comunale e, allo stesso tempo, sottolineare il grande lavoro che l’ associazione ‘REBA’ di Renato Basile quotidianamente svolge nel rivalutare l’impianto. Attività che comprendono iniziative culturali atte a creare socializzazione e sviluppo del territorio”.