Catania, lite condominiale finisce con il morto: per il giudice si tratta di eccesso di legittima difesa

Catania, lite condominiale finisce con il morto: per il giudice si tratta di eccesso di legittima difesa

CATANIA – Il gup di Catania ha condannato a due anni di reclusione – già quasi scontati – perché i fatti sono stati riqualificati come eccesso colposo di legittima difesa, Georgeta Colesnicenco, l’ex modella romena accusata dell’omicidio della colombiana Sandra Garcia Rios, avvenuto a Catania al culmine di una lite condominiale il 3 febbraio 2021 in una palazzina di viale Mario Rapisardi.

Il gup ha ordinato la scarcerazione della donna, detenuta ad Agrigento, applicando nei suoi confronti la libertà vigilata per un anno. Lo ha reso noto il suo legale, Pietro Ivan Maravigna.


La serena sentenza del Gup, che ha accolto l’ipotesi avanzata in via subordinata dalla difesa, che in primo luogo aveva ovviamente chiesto la piena assoluzione – afferma il legale – ha evitato che oltre alla povera signora Rios vi fosse un’altra vittima in questa vicenda, la signora Giorgia Colesnicenco. I fatti processuali hanno acclarato che Colesnicenco è stata selvaggiamente aggredita all’interno della propria abitazione ed è stato riconosciuto il suo legittimo diritto a difendersi. Per il giudice vi è stato ‘un eccesso colposo in questa legittima difesa, da cui la condanna a due anni”.