Catania, largo dell’Odeon pedonalizzato: restituito ai cittadini come spazio da vivere

Catania, largo dell’Odeon pedonalizzato: restituito ai cittadini come spazio da vivere

CATANIA – Un breve momento aggregativo di “festa” promosso dai cittadini residenti per l’obiettivo raggiunto ha caratterizzato la consegna della nuova area pedonale valorizzata nel cuore del centro storico del largo Odeon, nei pressi del Teatro Greco, grazie alla collaborazione dell’Amministrazione Comunale con Legambiente e altre organizzazioni sociali.

Uno spazio da decenni utilizzato come area di parcheggio abusivo spesso ridotto nel degrado, è risorto in tutto il suo splendore tra i resti dell’antica Catania greca con alcuni interventi di valorizzazione, a cominciare dall’interdizione alle auto, frutto di un provvedimento di pedonalizzazione adottato dalla giunta comunale lo scorso 11 febbraio, dopo che nei mesi precedenti era stato sperimentato con l’apprezzamento degli abitanti del quartiere.


Nel largo dell’Odeon sono stati piazzate panchine in ferro per rendere fruibile lo spazio anche agli anziani, installati paletti dissuasori, sistemati con la piantumazione di rosmarino nella base gli alberi prima trascurati, realizzati piccoli interventi di manutenzione utili a eliminare potenziali situazioni di pericolo.

All’iniziativa, molto partecipata dagli abitanti della zona e da volontari ambientalisti, conclusa con una partitella a calcio dei bambini della zona, hanno preso parte l’assessore comunale alla mobilità Pippo Arcidiacono, il capo di gabinetto del sindaco Giuseppe Ferraro, i responsabili di Legambiente etnei Davide Ruffino e Viola Sorbello, il presidente del Primo Municipio Paolo Fasanaro.

Un altro spazio messo a disposizione dei cittadini nella zona archeologica – ha detto l’assessore Arcidiacono – che si aggiunge a quello di piazza Dante, piazza Duomo, Sant’Agata La Vetere, piazza Cardinale Pappalardo, le vie della Movida solo per citarne alcune e agli interventi per rendere ancora più effettive pedonalizzazioni e Ztl, con l’installazione di sistemi di videosorveglianza in via tutta Etnea fino a villa Bellini e nella zona delle piazze Ogninella, Scammacca e Bellini già progettate e finanziate. Solo le prime azioni di un ampio piano di protezione e valorizzazione ideato e avviato nei mesi scorsi con il sindaco, che riguarderà gran parte del centro storico e della città e che a breve annunceremo nei dettagli per il loro concreto avvio insieme all’assessore Parisi”.