Catania, fornisce falso nome di battesimo per celare i domiciliari: in carcere uno spacciatore di via Capo Passero

Catania, fornisce falso nome di battesimo per celare i domiciliari: in carcere uno spacciatore di via Capo Passero

CATANIA – I carabinieri del Nucleo Radiomobile del Comando Provinciale hanno arrestato in flagranza un pregiudicato catanese di 21 anni, poiché ritenuto responsabile di spaccio e detenzione illecita di sostanze stupefacenti, false attestazioni a pubblico ufficiale ed evasione.

La scorsa notte, l’equipaggio della gazzella, giunto nei pressi dell’incrocio tra via Capo Passero e viale Tirreno, ha notato tre individui che vedendo i carabinieri sono fuggiti a gambe levate. Ne è scaturito un inseguimento a piedi che ha consentito di bloccare il 21enne, il quale, durante la fuga, si è liberato di un borsello che prontamente recuperato nascondeva all’interno quanto segue: 51 dosi di cocaina, 7 dosi di marijuana, 1 ricetrasmittente comunemente utilizzata per collegarsi con le vedette poste a protezione
della piazza di spaccio.


Il pusher, all’atto dell’identificazione, ha fornito “goffamente” ai militari false generalità sostituendo il nome di battesimo con altri due nomi di fantasia. Escamotage utilizzato per non far trapelare il suo stato di detenuto ai domiciliari – ovviamente per analogo reato – che, una volta giunti in caserma, i militari hanno potuto confutare tramite il sistema di fotosegnalamento che lo ritraeva e lo identificava in modo inoppugnabile.

La droga è stata sequestrata, mentre l’arrestato, assolte le formalità di rito, è stato associato al carcere di Piazza Lanza.