Catania e la microcriminalità: chi tenta di asportare catalizzatori e chi gira con i coltelli in tasca

Catania e la microcriminalità: chi tenta di asportare catalizzatori e chi gira con i coltelli in tasca

CATANIA – L’intensa attività di controllo del rispetto della vigente normativa anti-Covid si fonde all’energica e diuturna attività di contrasto ad ogni forma di illegalità: proprio nella serata di ieri di ieri personale delle Volanti, durante il servizio di controllo del territorio, ha individuato in via Sebastiano
Catania un uomo intento ad armeggiare nel tentativo di asportare il catalizzatore di una marmitta di una vettura parcheggiata sulla pubblica via.

Una volta fermato ed identificato l’uomo è stato arrestato per tentato furto aggravato; in tarda serata, invece, personale del Reparto Prevenzione Crimine coadiuvato dall’UPGSP, ha sanzionato una donna per porto abusivo di armi, per diverse violazioni al Codice della Strada e per la violazione delle norme finalizzate al contenimento della pandemia da Covid-19.


Gli agenti, durante il servizio di controllo del territorio sul Lungomare cittadino ha incrociato una vettura condotta da una donna che, alla vista degli operatori, ha arrestato improvvisamente la marcia del veicolo per poi allontanarsi a piedi. La stessa è stata immediatamente bloccata dagli operatori, e spontaneamente ha consegnato agli agenti un coltello, della lunghezza complessiva di 21 cm, che fuoriusciva dalla tasca laterale dei pantaloni di tipo militare che la stessa indossava.

Per tali motivi la donna è stata deferita all’autorità giudiziaria.

Immagine di repertorio