Catania, dopo le polemiche per la ruota panoramica è il momento dello “start”: domani inaugurazione alle 19,30

Catania, dopo le polemiche per la ruota panoramica è il momento dello “start”: domani inaugurazione alle 19,30

CATANIA – Si svolgerà domani – alle 19,30 – la cerimonia d’inaugurazione della ruota panoramica di Catania, posizionata a piazzale Sanzio, nella città dell’elefante.

Ivan Montenero, co-titolare della Soffiatti e Montenero Partners, azienda pugliese proprietaria della ruota panoramica, intervenuto ai nostri microfoni ha spiegato: “Doveva essere oggi, ma c’è stato uno slittamento per le autorizzazioni di rito“.


Concessione temporanea

Catania potrà, comunque, beneficiarne per un periodo limitato, dato che la concessione è temporanea e scade il 7 novembre, secondo quanto riferito dall’imprenditore pugliese.

L’iniziativa è privata, l’amministrazione ci ha concesso il suolo pubblico, come potrebbe fare richiesta qualsiasi altro cittadino“, spiega.

Sono delle attrazioni itineranti, di una certa importanza. Abbiamo fatto una richiesta per tre mesi, dopo di che si decide di comune accordo con l’amministrazione e con noi della società proprietaria della ruota se è il caso di continuare o meno“, puntualizza Ivan Montenero.

Prosegue: “Potrebbe anche rimanere, compatibilmente con il lavoro, con le esigenze del Comune, perché può essere che debbano fare qualcos’altro e dicano no. L’importante è farlo con giusto anticipo, perché ci sono altre città che ci cercano, ci chiamano e cerchiamo di andarci“.

La scelta della location

La costruzione della ruota panoramica, però, come spesso accade in questi casi, ha diviso l’opinione pubblica su diverse tematiche.

Prima fra tutte la scelta della location. Sulla questione, abbiamo raccolto il parere di chi è favorevole al posizionamento e di chi, invece, avrebbe optato per un altro luogo.

Secondo quanto riferito dal proprietario della ruota, “è stato scelto il piazzale Sanzio per forza di cose, perché una struttura del genere non è di facile collocazione e Catania non si presta molto bene a queste situazioni. Abbiamo girato un po’ ma poi l’unica alternativa era questa“.

Paolo Ferrara: “A Piazzale Sanzio eventi che hanno attirato persone”

Nell’immediato la ruota panoramica del piazzale Sanzio, ancora prima di essere accessibile al pubblico, ha avuto l’effetto positivo di garantire la pulizia e il decespugliamento dell’intera area e del vicino parco Falcone.

“In qualità di presidente di ‘Borgo-Sanzio’ (III circoscrizione) ho incontrato alcuni giorni fa, insieme al resto del consiglio del III municipio, l’assessore alle Attività Produttive Ludovico Balsamo ricevendo precise rassicurazioni in merito alla sicurezza, al decoro e al piano del traffico in uno dei principali snodi del nostro territorio”, afferma Ferrara.

E continua: “Credo che la ruota panoramica possa incrementare l’economia locale e attirare visitatori da ogni parte della Sicilia. In un periodo dell’anno come questo, dopo la lunga emergenza Covid, parliamo di un aspetto che non è assolutamente da sottovalutare. Già in passato il piazzale Sanzio è stato scelto come location per eventi che hanno attirato numerosi visitatori e sono sicuro che già da domani, quando la ruota panoramica sarà aperta al pubblico, tutto andrà nel migliore dei modi.

Maurizio Mirenda: “Piazzale Sanzio inadatto alla ruota”

Tra gli sfavorevoli alla location di piazzale Sanzio, è intervenuto ai nostri microfoni l’ex consigliere comunale di Catania, Maurizio Mirenda, che ha ricoperto la carica per tre mandati.

“Da ex consigliere comunale ho a cuore l’interesse e il bene della città. Il sito in cui si trova la ruota panoramica (piazzale Sanzio, ndr) non è adatto a un’attrazione così importante. Serviva ben altro”, dichiara.

Secondo Mirenda, infatti, l’opportunità della ruota panoramica doveva essere sfruttata con una sede diversa. “Credo che la zona di viale Africa sarebbe stata la più idonea per diversi motivi, vicinanza al mare e traffico notturno su tutti”, sostiene.

Ivan Montenero: “L’opzione più comoda”

Lo stesso Ivan Montenero ha ribadito il concetto: “All’inizio eravamo partiti da viale Africa, di fronte Le Ciminiere, avevamo già iniziato a installare ma poi abbiamo capito che lì non era possibile“.

Ancora: “Con Maurizio Mirenda ci siamo messi in giro, ci è stato sempre vicino e ha creduto fino in fondo a questo progetto. Ci ha prospettato diverse location, abbiamo fatto dei sopralluoghi e il piazzale Sanzio era l’opzione più ‘comoda’ e panoramica“.

Al Lungomare sarebbe stato un bel colpo d’occhio, però, è più basso e abbiamo preferito usare la location attuale. C’è il parcheggio, non siamo a ridosso della strada e i palazzi sono molto lontani da noi“, aggiunge.