Catania, donato il primo defibrillatore cardioprotetto in piazza Borgo-Sanzio: “Per la nostra Catania, dalla parte del cuore”

Catania, donato il primo defibrillatore cardioprotetto in piazza Borgo-Sanzio: “Per la nostra Catania, dalla parte del cuore”

CATANIA – Questa mattina, alle ore dieci, presso il parco dedicato a Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, si è tenuta una sobria ma significativa cerimonia.

Alla presenza del Presidente della Commissione Sanità del Comune di Catania Dott.ssa Sara Pettinato, l’avvocato Antonio Rapisardi ha donato un defibrillatore che rende il parco della municipalità Borgo-Sanzio il primo della città ad essere cardioprotetto.


La Presidente Pettinato ha, per l’occasione, sottolineato l’importanza di dotare il territorio urbano del maggior numero possibile di defibrillatori (quello installato oggi è il quattordicesimo dall’inizio della campagna di sensibilizzazione), la necessità di formare i cittadini al loro utilizzo, il messaggio educativo che tale iniziativa veicola grazie alla munificenza di alcuni privati che acquistano gli apparecchi e li donano al Comune.

Dal canto suo, l’avvocato Rapisardi ha motivato il suo gesto con “il desiderio di essere in qualche modo utile alla mia comunità di appartenenza, dopo dieci anni trascorsi, per via del mio lavoro (l’avvocato è un funzionario del Ministero Affari Esteri che ha trascorso gli ultimi dieci anni tra Buenos Aires e Città del Capo, ndr) a contatto con realtà molto complesse come le “villas” argentine e le “townships” sudafricane per le quali ho cercato, nei limiti del possibile, di essere cristianamente d’aiuto”.

La Presidente Pettinato ha infine rivolto un appello alla popolazione affinché l’iniziativa possa proseguire grazie ad altri benefattori; le sue parole non sono cadute nel vuoto: pare, infatti, che il quindicesimo defibrillatore sia già in arrivo.

Come ha chiosato l’avvocato Rapisardi: “Per la nostra Catania, dalla parte del cuore”.