Catania, disperazione e incredulità: Giulia Contraffatto muore insieme al bimbo che portava in grembo

Catania, disperazione e incredulità: Giulia Contraffatto muore insieme al bimbo che portava in grembo

CATANIA – Il dolore la fa da padrone in queste ore tra i familiari e i conoscenti di Giulia Contraffatto, una 26enne di San Giovanni La Punta deceduta nella giornata di martedì 16 marzo a Catania per cause che al momento restano sconosciute.

In dolce attesa, la giovane avrebbe riportato delle “complicanze durante la gravidanza” di cui al momento, però, nulla è confermato.


La 26enne sarebbe deceduta insieme al bambino che portava in grembo.

Il dolore per quella che ha i contorni di una tragedia, trapela dai messaggi che in queste ore si susseguono sui social. Tutti ricordano Giulia, la sua dolcezza e il suo sorriso. E tutti si chiedono il perché, nel 2021, si possa ancora morire così giovani e in gravidanza. “Eravamo due ragazzine nemmeno maggiorenni quando ci siamo conosciute ed oggi a distanza di anni ricevere una notizia del genere mi gela il sangue… Ti ricorderò sempre con la tua euforia, la tua energia e il tuo bellissimo sorriso… Riposa in Pace Bellissima Giulia, tu e il tuo piccolo“, scrive Denise.

E ancora Ylenia: “Fino a due giorni fa parlavamo di vestitini e tutine da comprare per i nostri pargoli. Ho conosciuto di te una ragazza meravigliosa. Ancora non ho metabolizzato e non credo metabolizzerò mai la tua scomparsa improvvisa. Pagherà chi deve pagare le conseguenze. Non dovevi andartene così, non adesso, non così. Vola in alto insieme al tuo gioiello che tanto amavi… ciao stellina“.

La salma di Giulia giungerà oggi, in mattinata, nella sua abitazione. I funerali, invece, saranno celebrati domani, venerdì 19 marzo alle ore 16 nella Chiesa di San Giovanni Battista, a San Giovanni La Punta.