Catania, arrivano i fondi Ue: pronti ad essere assunti 70 funzionari

Catania, arrivano i fondi Ue: pronti ad essere assunti 70 funzionari

CATANIA – Il Comune di Catania ha promosso un concorso per titoli, che sarà pubblicato venerdì 10 dicembre sulla Gurs e il sito del Comune per l’assunzione, a due anni, di 70 funzionari (categoria “D”) da destinare alle aree tecnico-amministrative dell’Ente.

Il finanziamento di 4,7 milioni di Euro sarà totalmente a carico dei fondi dell’asse 6 del Programma Operativo Città Metropolitane 2014-2020, nell’ambito dell’azione denominata “Capacity Buldind”.


L’Amministrazione comunale, nei mesi scorsi, con una specifica richiesta avanzata dall’Assessore alle Politiche Comunitarie Sergio Parisi intervenuto nel corso di un incontro alla Presidenza del Consiglio dei Ministri con l’allora Ministro Provenzano, aveva avanzato la necessità di procedere a una rigenerazione amministrativa del Comune, trent’anni dopo le ultime assunzioni, azione fondamentale per l’attuazione dei programmi di finanziamento relativi ai fondi strutturali e di investimento europei.

Le argomentazioni esposte dall’amministrazione Comunale nel corso dell’incontro con il governo hanno prodotto  proficue attività tra il Comune, grazie all’impegno della Direzione Politiche Comunitarie e in particolare del responsabile Fabio Finocchiaro e l’Agenzia nazionale per la Coesione Territoriale. E anche grazie alla disponibilità espressa del responsabile dell’Autorità di Gestione del PON Metro Italia, Giorgio Martini, finalmente,  ci sarà  l’assunzione a tempo determinato per un biennio o dei 70 funzionari, 45 dei quali dal profilo professionale squisitamente tecnico.

Le nuove assunzioni riguarderanno figure professionali nell’ambito tecnico quali architetti, ingegneri, agronomi, geologi, avvocati, esperti in gestione di progetti di inclusione sociale ed esperti in bilanci di pubbliche amministrazioni. Le competenze specifiche ricercate nell’area tecnica saranno architettonica, strategie urbane, mobilità, idraulica e geotecnica, impianti tecnologici ed efficientamento energetico (energy management), riciclo, conversione e riuso dei rifiuti, digitalizzazione, architettura del verde e del paesaggio. Mentre per quanto riguarda l’area giuridico amministrativa riguarderanno l’ambito amministrativo, contabile, programmazione e gestione dei fondi strutturali, inclusione sociale, bilanci e procedure di spesa.

Importante e sostanziale novità è la dotazione strumentale dei nuovi assunti. Un obiettivo fondamentale per cui sono stati stanziati 170 mila euro, sempre con fondi PON Metro, per l’acquisto di computer, stampanti, scanner, plotter e software di gestione per dotare i funzionari delle più innovative tecnologie informatiche e digitali, per ottimizzare l’espletamento delle attività per cui saranno chiamati a svolgere, anche in questo caso senza gravare sul bilancio comunale.

Foto di repertorio