Caso Tecnis, continua il calvario: sospese al momento le operazioni di vendita

Caso Tecnis, continua il calvario: sospese al momento le operazioni di vendita

Caso Tecnis, continua il calvario: sospese al momento le operazioni di vendita

CATANIA – Non si intravede nulla di positivo dopo l’incontro di oggi al Ministero per lo Sviluppo Economico riguardo alla vicenda Tecnis, la società che ha in appalto a Catania la realizzazione della tratta Borgo-Nesima della metropolitana e la costruzione dell’ospedale San Marco.


È stato posto oggi uno stop alla operazioni di vendita da parte del Ministero, che sta eseguendo degli approfondimenti. Per questo motivo il commissario Saverio Ruperto si potrà occupare solo della gestione ordinaria, ovvero quella riguardante il proseguimento dei cantieri.


La situazione non va certo giù ai sindacati, che temono per le spese correnti, come spiega il segretario generale Feneal Uil Catania, Nino Potenza.

“Noi siamo molto preoccupati – afferma Potenza – perché così si continuano a fare debiti in prededuzione, come quelle per i lavoratori, per i fornitori e per le materie prime per portare avanti i cantieri, che al momento non stanno facendo una grossa produzione. Questo toglie risorse per pagare i crediti privilegiati. I segretari nazionali stanno facendo una richiesta per essere convocati per un chiarimento. Noi faremo le nostre azioni per accelerare il processo di vendita e siamo disposti a portare i lavoratori a manifestare al Mise, perché questa situazione di stallo rischia di far finire la procedura in un fallimento”.

Immagine di repertorio