Caso Dacca, cassa integrazione per i 94 lavoratori licenziati: decisivo l’incontro al Ministero del Lavoro

Caso Dacca, cassa integrazione per i 94 lavoratori licenziati: decisivo l’incontro al Ministero del Lavoro

ACI CATENA – Gli ex operai della Dacca Monouso, dopo la recente chiusura dello stabilimento di Aci Catena, in provincia di Catania, riceveranno la cassa integrazione fino al 31 dicembre 2019. Una piccola consolazione per quelle 94 persone appiedate dalla chiusura dell’azienda.

La decisione è stata presa nella giornata di ieri, a seguito di un incontro svoltosi al Ministero del Lavoro. Gli ex dipendenti, infatti, potranno percepire il compenso per cessazione attività.


Giorno 11 giugno si era già tenuto un incontro all’ufficio provinciale del Lavoro di Catania per sbloccare la situazione. In quell’occasione, però, non si erano fatti passi in avanti concreti. Dopo l’incontro di allora, infatti, sembrava che la cassa integrazione sarebbe stata garantita solo a 30 ex operai.

Una delle cause che hanno determinato la chiusura dello stabilimento è stata il calo del fatturato causato, tra l’altro, anche dal fallimento della Roberto Abate Spa, principale committente.