Caro vita, da Catania arrivano le prime tre richieste al nuovo Governo: ecco quali

Caro vita, da Catania arrivano le prime tre richieste al nuovo Governo: ecco quali

CATANIA – A Catania (oggi alle ore 11 nella sede di via Musumeci 171) si è svolto un vertice nazionale del Codacons, Movimento Nazionale contro il caro bollette luce e gas, Comitato nazionale Vittime della benzina e Comitato “No canone Rai in bolletta” presieduto dal prof. Francesco Tanasi docente dell’Università San Raffaele Roma e Segretario Nazionale Codacons per lanciare subito tre richieste al nuovo Governo che si insedierà nei prossimi giorni.

Il nuovo Governo – afferma Tanasi deve mettere mano al settore dei carburanti con interventi davvero efficaci in grado di bloccare le speculazioni del mercato e ridurre in modo strutturale, e non con misure tampone, la tassazione che vige su benzina e gasolio e bloccare con urgenza il rincaro delle tariffe di luce e gas che darebbero il colpo di grazia alle famiglie in difficoltà, e renderebbe insostenibile la spesa per l’energia per migliaia e migliaia di imprese ed esercizi commerciali, portando le attività al default con effetti diretti sull’occupazione“.


Per tale motivo riteniamo che il prossimo Governo non abbia altra strada che quella del tetto massimo ai prezzi dell’energia“, aggiunge.

Tanasi lancia inoltre la richiesta dell’abolizione del canone Rai: “Riteniamo che i tempi siano ormai maturi per procedere ad una abolizione totale del canone Rai, considerato il nuovo scenario del mercato televisivo italiano e la possibilità per la Rai di concorrere ad armi pari con le altre reti attraverso la raccolta pubblicitaria“.