Buone notizie in tempi incerti, la lettera di un lettore che ringrazia la sanità siciliana

Buone notizie in tempi incerti, la lettera di un lettore che ringrazia la sanità siciliana

CATANIA – Non soltanto brutte notizie arrivano nel periodo un po’ incerto che stiamo vivendo in Italia e in Sicilia nello specifico da parecchi mesi a questa parte. Un nostro lettore, infatti, ci ha inviato una lettera che fa ben sperare. Ecco il testo integrale pervenuto alla nostra redazione:


Vorrei raccontare della tenacia e professionalità della sanità siciliana, ne vorrei raccontare usando termini speciali, ma lo farò semplicemente citando la cronaca di un evento traumatico accaduto nelle mura domestiche e già subito apparso drammatico. È il 26 settembre, ore 11.30 circa, lavorando un tondino di legno con un utensile a disco per legno, una sbadataggine causa l’infortunio alla mano sinistra. Viene completamente strappato il pollice con taglio trasversale che interessa pure una minima parte del dito indice”, inizia così il racconto di quanto accaduto.

Poi prosegue: “Vengo trasportato presso il Pronto Soccorso di Modica, ma il suo reparto non è in grado di procedere al reinnesto del dito, come ultima spiaggia si richiede una consulenza al reparto di Chirurgia Plastica del Cannizzaro di Catania, dove vengo trasportato tramite ambulanza e dove arrivo verso le 18. Qui inizia il miracolo del reparto di Chirurgia Plastica diretto dal prof. Rosario Perrotta (Direttore UOC)“.


Nonostante fosse sabato pomeriggio, si entra in sala operatoria per decidere in corso d’intervento il da farsi. Il team medico composto dal dott. Gianluca Pompili, dott. Sebastiano Bentivegna e dalla dott.ssa Fulvia Montemurro, con la presenza in sala del prof. Perrotta, dell’anestesista e dagli infermieri di sala, iniziano un intervento di reinnesto durato fino a notte fonda, circa 9 ore“, aggiunge.

Ancora: “Dopo un decorso ospedaliero di circa 10 giorni, nessun rischio di rigetto è stato evidenziato, pertanto vengo dimesso. Ad oggi 21 ottobre la guarigione sembra procedere bene sotto il controllo periodico dei medici che hanno eseguito l’intervento“.

Queste poche righe per ringraziare l’ospedale Cannizzaro di Catania per la professionalità dei suoi medici, in particolar modo per il reparto del prof. Perrotta e dei suoi medici dott. Pompili, dott. Bentivegna e dott.ssa Montemurro e di tutti gli infermieri di sala. Grande tenacia, professionalità, umanità e gentilezza. Grazie“, conclude.

Fonte foto: freepik.com-by ijeab