Blitz nel Catanese, chiuso panificio degli "orrori" alimentari: utilizzava prodotti in cattivo stato

Blitz nel Catanese, chiuso panificio degli “orrori” alimentari: utilizzava prodotti in cattivo stato

Blitz nel Catanese, chiuso panificio degli “orrori” alimentari: utilizzava prodotti in cattivo stato

RAMACCA – I carabinieri della Stazione di Ramacca (CT), coadiuvati da personale del Distretto di Palagonia dell’A.S.P. 3 di Catania, nell’ambito dei controlli alle attività produttive, industriali e commerciali, hanno denunciato un 59enne del posto, titolare di un esercizio commerciale destinato alla panificazione.


I militari, hanno accertato che il commerciante, pur regolarmente iscritto alla camera di commercio, non aveva mai presentato al comune la prevista S.C.I.A. (segnalazione certificata di inizio attività).


L’ispezione dei locali ha consentito altresì di appurare come questi utilizzasse per la panificazione prodotti alimentari in cattivo stato di conservazione, custodendoli in ambienti non idonei dal punto di vista igienico-sanitario.

Al termine delle operazioni di verifica i carabinieri hanno sequestrato: 9 sacchi di farina ancora sigillati per complessivi 45 Kg, 3 sacchi già aperti di farina e sesamo, nonché 20 kg di pane; contestato sanzioni amministrative per complessivi 10.000 euro per mancata comunicazione di inizio attività, mancanza del materiale di autocontrollo e mancanza delle procedure ai fini della sicurezza alimentare; mentre in relazione alla violazione di natura penale (prodotti alimentari e materie prime in cattivo stato di conservazione), è stata disposta l’immediata chiusura dell’attività e contestuale comunicazione al sindaco per l’adozione dei provvedimenti di competenza.