Blackout nel Catanese, la nota di Terna: “Non è dipeso da noi”. Protezione civile attiva per salvare i vaccini

Blackout nel Catanese, la nota di Terna: “Non è dipeso da noi”. Protezione civile attiva per salvare i vaccini

CATANIA – Arrivano nuovi aggiornamenti in relazione al grande blackout che si è verificato nel primo pomeriggio di oggi, giovedì 24 giugno, in diversi Comuni della provincia di Catania.

La società Terna, attraverso una breve nota, ha comunicato che “in riferimento alla disalimentazione che questo pomeriggio ha interessato i Comuni in provincia di Catania e marginalmente i Comuni in provincia di Enna, Terna precisa che il disservizio non ha avuto origine per guasti su asset di sua proprietà e/o nelle sue disponibilità“.


Scongiurata, dunque, l’ipotesi di un disservizio da parte dell’azienda. Nel tardo pomeriggio di oggi, frattanto, la Protezione civile di Adrano è intervenuta su sollecitazione del locale Presidio Territoriale di Assistenza per porre rimedio ai disagi causati dall’interruzione elettrica.

A seguito del blackout che questo pomeriggio ha interessato svariati comuni della Sicilia orientale – fa sapere la Protezione civile tramite un post su Facebook – la nostra struttura è stata contattata in via urgente da personale del PTA di Adrano per la richiesta di un gruppo elettrogeno da utilizzare per i frigoriferi contenenti i vaccini“.

Inoltre, i nostri esperti in telecomunicazioni hanno permesso lo scambio di informazioni fra i presidi d’emergenza territoriali e regionali“, si legge in conclusione.

Nel corso delle ore, intanto, la situazione è gradualmente rientrata. Già intorno alle ore 17 a Paternò e in altre località etnee limitrofe, la corrente elettrica è tornata nuovamente disponibile.

Fonte foto: Facebook – Protezione Civile Adrano