Appalti al Cara di Mineo, si attende l'insediamento del collegio giudicante: processo slitta al 20 marzo

Appalti al Cara di Mineo, si attende l’insediamento del collegio giudicante: processo slitta al 20 marzo

Appalti al Cara di Mineo, si attende l’insediamento del collegio giudicante: processo slitta al 20 marzo

CATANIA – Si svolgerà il 20 marzo 2019, al tribunale di Catania, la prima udienza del processo che vede coinvolte 15 persone accusate di turbativa d’asta e falso nell’ambito dell’inchiesta sulla concessione dell’appalto dei servizi, dal 2011 al 2014, al Cara di Mineo, in provincia di Catania.


Il rinvio preliminare è avvenuto per l’insediamento del collegio giudicante. Dal procedimento è uscito Luca Odevaine, condannato a sei mesi di reclusione col patteggiamento.

Resta ancora “aperta” la posizione di Giuseppe Castiglione, sottosegretario alle Politiche agricole, indagato in qualità di allora soggetto attuatore del centro accoglienza di Mineo. Castiglione ha chiesto e ottenuto il giudizio immediato.


I due processi verranno unificati alla prossima udienza. Tra i 15 imputati rinviati a giudizio figurano il sindaco di Mineo, Anna Aloisi, l’ex presidente del consorzio Sol. Calatino, Paolo Ragusa, l’ex direttore del consorzio “Calatino terra d’accoglienza”, Giovanni Ferrera, e gli ex vertici delle Ati interessate.

Immagine di repertorio