Aiuole trascurate e secche, la protesta dei cittadini del quartiere Borgo-Sanzio di Catania

Aiuole trascurate e secche, la protesta dei cittadini del quartiere Borgo-Sanzio di Catania

CATANIA – A giugno dell’anno scorso è stata inaugurata la prima “strada scolastica” di Catania, nel quartiere Borgo-Sanzio, oasi pedonale di fronte alla scuola “XX Settembre”. Un’area verde a misura di bambino, un progetto condiviso di riqualificazione di uno spazio cittadino che per lungo tempo è stato un’area anonima e poco sicura.

Lo spazio è stato rigenerato e trasformato con aiuole, piante, prati e giochi educativi in via Guardo, tra le vie Empedocle e Caronda, davanti all’Istituto Scolastico “XX Settembre”, nei pressi della fermata Borgo della metropolitana Catania Borgo della Fce.


Sono state realizzate diverse aiuole in terra vegetale con un impianto di sub irrigazione automatizzato con programmazione a distanza e la messa a dimora di alberi, cespugli e tappeto erboso. Purtroppo qui le piante sono ingiallite e senza manutenzione perché non vengono attivati gli impianti d’irrigazione presenti.

Interviene sulla questione la presidente del Comitato Vulcania, Angela Cerri: “A distanza di oltre dieci mesi, la via scolastica realizzata non si presenta in buone condizioni, come da foto, con delle sterpaglie secche che, con il primo caldo, potrebbero essere facilmente soggette a piccoli incendi. A generare malumore è che c’è l’impianto di irrigazione predisposto ma non è messo in funzione da troppo tempo. Chiediamo, a chi di competenza, il motivo della mancata erogazione dell’acqua, e di intervenire sul problema. Basterebbe attivare l’impianto d’irrigazione con i giusti tempi o dobbiamo attendere la pioggia?”.