FIALC-CISAL Catania risponde alle dichiarazioni di CGIL CISL e UIL: “Invitiamo i lavoratori a riflettere”

FIALC-CISAL Catania risponde alle dichiarazioni di CGIL CISL e UIL: “Invitiamo i lavoratori a riflettere”

CATANIA – A seguito delle dichiarazioni di CGIL CISL e UIL che avrebbero definito “sindacato giallo” la FIALC-CISAL Catania, sindacato autonomo firmatario del Contratto Chimico-farmaceutico all’interno di Pfizer Catania, è intervenuto Giuseppe La Mendola per una controreplica.


È in corso una palese campagna pseudo sindacale di destabilizzazione contro Pfizer da parte di CGIL CISL e UIL per ridicolizzare la società agli occhi del Corporate di oltreoceano. Tutte le loro affermazioni false e fuorvianti costruite ad arte rappresentano la prova che queste sigle non possono più rappresentare i lavoratori. L’appoggio adesso reso pubblico dalla triplice dei chimici e dalle loro confederazioni a questa azione distruttiva contro il sito farmaceutico etneo, fa venire fuori chi realmente tirava le fila di questa strategia dal chiaro connotato politico che cambia e aggrava il quadro emergenziale finora causato dalle sigle degli interinali“, spiega.

In aggiunta: “Invitiamo i lavoratori a riflettere, perché questi soggetti andranno avanti, e faranno altro male. Il sindacato deve difendere il lavoro ma anche chi crea il lavoro. L’accusa scagliata contro CISAL di sindacato giallo ossia controllato da Pfizer è frutto di una visione politica di queste sigle che le ha portate nel corso della loro storia ad un processo di ideologizzazione sganciato dal contesto evolutivo della società delle moderne relazioni industriali, dove si scambia la collaborazione tra imprese e organizzazioni sindacali nella fraudolenta corruzione del fare“.


La loro miopia li porta oramai ad essere autoreferenziali, invocando sistematicamente come in altre passate occasioni lo sciopero come arma risolutiva dei mali dei lavoratori, portandoli inevitabilmente al massacro. Diciamo no a questa violenza contro il lavoro e aspettiamo serenamente l’esito fallimentare dei loro piani meditati in mala fede e adesso messi a nudo con i loro comunicato odierno per la spallata finale in vista dello sciopero“, prosegue.

In conclusione: “Pfizer Catania è perfettamente in regola con la disciplina interinale dei contratti a termine e staff leasing, la cui missione fine era stata dichiarata ufficialmente a Roma nell’ultima riunione nazionale proprio alla presenza della triplice sindacale. Pertanto risulta stucchevole la polemica suscitata solo per infangare il nome di Pfizer durante una fase storica che vede il suo impegno pubblico per la risoluzione della crisi mondiale pandemica“.

Fonte immagine sito ufficiale FIALC – CISAL