Covid Sicilia, stop ai tamponi drive-in: lo stabilisce l’ordinanza di Musumeci

Covid Sicilia, stop ai tamponi drive-in: lo stabilisce l’ordinanza di Musumeci

SICILIA – Chiudono temporaneamente i punti delle città di Catania e Acireale dove fino a ieri era possibile sottoporsi ai tamponi in modalità drive-in.

Si tratta di una delle conseguenze dell’ordinanza firmata ieri pomeriggio dal governatore della Regione Siciliana, Nello Musumeci. A renderlo noto è l’ufficio del commissario ad acta per l’emergenza Coronavirus a Catania.


In ottemperanza all’ordinanza del presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, che dispone a carico dell’interessato (se non vaccinato) il costo dello screening in modalità drive-in (tampone rapido), i siti di Catania (via Forcile) e Acireale (via Bonaccorsi) resteranno chiusi” a partire da oggi.

Saranno nuovamente operativi non appena verranno definite le modalità operative per la gestione della nuova procedura“, viene precisato nella nota.

Anche il Comune di Palermo si è allineato all’ordinanza di Musumeci. Nella tarda serata di ieri, l’amministrazione ha reso noto che sempre a partire da oggi, “il drive-in per i tamponi alla Fiera del Mediterraneo, dove finora sono stati effettuati tamponi rapidi gratuiti a tutta la popolazione, rimarrà chiuso“.

L’area drive-in test dell’hub vaccinale provinciale resta al momento chiusa anche per i cittadini vaccinati, a eccezione delle persone convocate dall’autorità sanitaria per effettuare un tampone“.
La fiera del Mediterraneo resta aperta tutti i giorni dalle 9 alle 19 – festività di Ferragosto comprese – per i vaccini e per le richieste di assistenza all’ufficio Green Pass“, conclude il Comune.

Immagine di repertorio