“Voglio donare i miei organi”: aveva 9 anni. La storia di Luigi a “Mezz’ora a Mezzogiorno

“Voglio donare i miei organi”: aveva 9 anni. La storia di Luigi a “Mezz’ora a Mezzogiorno

CATANIA – Sarà una puntata dal forte impatto emotivo quella che oggi vi proporrà “Mezz’ora a Mezzogiorno”, il nostro spazio di approfondimento giornalistico settimanale.

Si parlerà di prelievi e donazioni di organi attraverso una storia toccante e si analizzeranno le modalità e le leggi in vigore per aderire alla donazione di organi.


In studio, il Prof. Giuseppe Distefano, Preside in pensione e papà di Luigi, ripercorrerà le tappe che hanno portato alla morte di suo figlio.

Voglio donare i miei organi“, aveva detto un giorno tornando da scuola. Aveva solo 9 anni e, probabilmente per questo, la reazione dei suoi genitori fu di assoluto diniego e perentoria. L’insistenza del piccolo, la sua tenacia, i suoi ragionamenti, finirono per convincere i suoi genitori. Il resto lo face il destino e una macchina che investì Luigi qualche anno dopo.

Oggi, grazie alla lungimiranza e all’altruismo di questo ragazzo, altre sei persone, i riceventi, vivono una vita normale e, certamente, migliore. E anche i genitori di Luigi sono più sereni.

Nel nostro salotto, inoltre, ci sarà il Prof. Domenico Grasso, docente universitario e cardiochirurgo che presta la sua opera al Policlinico di Catania. Sarà lui, con dati, statistiche, norme e riflessioni a farci ragionare sull’importanza della donazione di organi. Ma, soprattutto, fugherà ogni dubbio e ogni paura.

Non rimane, dunque, che seguire la quarta puntata della nuova stagione di Mezz’ora a Mezzogiorno.