Deteneva illegalmente due pistole, donna gelese scoperta dal fiuto del cane: vedi video

Deteneva illegalmente due pistole, donna gelese scoperta dal fiuto del cane: vedi video

GELA – La Polizia di Stato, Squadra Mobile e commissariato di Gela hanno arrestato una donna gelese di 31 anni, per detenzione di due pistole e munizioni di vario tipo.

Grazie alle segnalazioni di alcuni cittadini, gli investigatori hanno avviato un’indagine lampo per individuare l’abitazione indicata come luogo dove la notte prima c’era stata molta confusione.
Poche ore dopo, gli uomini della Squadra Mobile e del commissariato di Gela hanno effettuato una perquisizione presso il domicilio di una famiglia gelese. I poliziotti hanno scelto l’orario del pranzo così da trovare tutti in casa. Mentre gli investigatori davano inizio all’indagine, il caneYocco”, dell’unità cinofili in forza presso la Questura di Catania, segnalava al suo conduttore la presenza di armi nel momento in cui la donna si allontanava dalla stanza in maniera insolita e repentina.


Messa davanti all’evidenza dei fatti, la donna non ha potuto far altro che consegnare il tutto. Con sorpresa per i poliziotti presenti, la donna deteneva illegalmente, alla cinta dei pantaloni, ben due pistole e munizioni di diverso tipo. Con molta probabilità la donna è stata incaricata dal marito o da altri, di occultare tra i vestiti le armi, così da eludere eventuali controlli della polizia.

La ricerca in casa è proseguita permettendo di rinvenire un fucile ad aria compressa che sarà sottoposto ad accertamenti per verificare il potenzialmente offensivo in quanto modificato ed alcuni strumenti elettronici per la captazione di conversazioni.

La donna, al termine dell’indagine, è stata condotta presso gli uffici della Polizia di Stato dove è stata fotosegnalata dalla polizia scientifica. Al termine degli accertamenti sulle armi, la donna è stata condotta in carcere su disposizione della Procura della Repubblica di Gela.

 

 

Foto di repertorio