Sequestrata casa a "luci rosse" in centro città

Sequestrata casa a “luci rosse” in centro città

Sequestrata casa a “luci rosse” in centro città

RAGUSA – “Faccio questo lavoro da anni e giro tutta l’Italia ma almeno un paio di mesi li trascorro qui a Ragusa. C’è una buona clientela” ha detto questo la prostituta colombiana agli investigatori.


La donna prestava servizio in via Pier delle Vigne. A segnalare alla polizia il continuo via vai di gente sono stati proprio i vicini di casa che vedevano davanti alla propria porta diversi uomini fumare in attesa del proprio turno.


Ecco che sono scattate le indagini della squadra mobile di Ragusa coordinata dal questore Giuseppe Gammino. Anziani, studenti, professionisti: c’era di tutto su quel pianerottolo, ogni giorno.

Ieri pomeriggio, alle 18, il blitz degli agenti che entrando nell’appartamento a luci rosse hanno trovato falli di gomma, gel lubrificanti, fruste, cinghie, corpetti sadomaso e unguenti afrodisiaci.

I clienti pagavano dai 50 ai 500 euro in base alle richieste. “Dipendeva tutto da quello che voleva il cliente – aggiunto la donna – più le prestazioni erano particolari e più tempo ci voleva”. 

Quando è arrivata la polizia, all’interno della casa c’era un ragazzo che si è imbarazzato affermando “E’ una mia amica, ero qui di passaggio, volevo solo salutarla“. Ma qui gatta ci covava.

Sequestrato tutto, è stato avvertito il proprietario dell’abitazione con cui è stato firmato il contratto di affitto. Però a porre la firma è stata un’altra donna che al momento risulta irrintracciabile e che la polizia sta ricercando.