La quattordicenne scomparsa ritrovata in stato confusionale

La quattordicenne scomparsa ritrovata in stato confusionale

BARCELLONA – Negli slip ha della sabbia la quattordicenne che domenica mattina è andata via di casa senza dare più alcuna notizia ai suoi genitori per tutta la giornata. A ritrovarla, nel tardo pomeriggio dello stesso giorno, è stato il parroco della chiesa di Santa Maria di Trapani nel comune di Furnari, che stava per celebrare la messa.

La ragazza era lì, sola e in stato confusionale. “Non ricordo niente”, ha detto al prete. E questo oltre ad insospettire i carabinieri, crea mistero intorno alla vicenda.




Forse qualcuno l’ha violentata? Quei granelli di sabbia trovati nelle mutandine suonano come un campanello d’allarme. E non solo. Ci sono anche dei messaggi poco chiari di uno sconosciuto nel suo cellulare. I carabinieri di Barcellona indagano a cerchio stretto per capire anche come la minorenne sia arrivata a Tonnarella.

Dopo la scomparsa e la conseguente denuncia da parte dei genitori, i militari sono risaliti alla sua identità ma confidano nel lavoro dei medici e degli psicologi per attingere informazioni utili e capire se la quattordicenne sia stata vittima di violenza.


Commenti