Catanese denunciato per uccellagione

Catanese denunciato per uccellagione

MONTEROSSO ALMO – Fermato da due agenti dei carabinieri di Monterosso e Giarratana che perlustravano la zona periferica della provincia iblea, un pregiudicato, ex sorvegliato speciale, 33enne, di Aci Catena, è stato trovato in possesso di 13 esemplari di uccellini di specie protetta e di cui è vietata la cattura.

Nel bagagliaio dell’auto, sono state rinvenute, infatti, quattro gabbie con all’interno diversi esemplari di “Carduelis carduelis”, il comune cardellino, due passerotti e diversi strumenti per la cattura, come reti, picchetti, e richiami acustici illegali.

Carabinieri sequestrano gabbie e richiami per la cattura dei volatili

I volatili, destinati al mercato nero, avrebbero fruttato un bel bottino per il bracconiere catanese.

E’ noto infatti che le straordinarie qualità canore e la regolamentazione relativa alla sua cattura e commercializzazione, fanno del cardellino una specie molto ricercata, con conseguente significativo aumento del suo valore economico.

Portato in caserma, l’uomo è stato deferito all’autorità giudiziaria per la commissione di una serie di reati di vario genere, alcuni dei quali in violazione del Testo Unico sulla protezione della fauna e della caccia.

Oggetti sequestrati dai carabinieri

I volatili, rimessi in libertà, potranno ritornare nel loro habitat, nella speranza che la vita in cattività non li abbia totalmente disabituati alla ricerca di cibo.

Commenti