Marco, morto a 7 anni per un incidente: chiesto un anno di reclusione per l’automobilista

Marco, morto a 7 anni per un incidente: chiesto un anno di reclusione per l’automobilista

MENFI – Chiesto un anno di reclusione per l’automobilista palermitano Pierluigi Badano che il 16 agosto del 2018 è rimasto coinvolto in un incidente stradale in cui è morto un bimbo di 7 anni, Marco Castelli.

Il sinistro è avvenuto nella zona di Lido Fiori: il violento impatto si è verificato tra la via degli Oleandri e la strada provinciale 50. La famiglia del bimbo si trovava in vacanza in Sicilia, poiché la madre è originaria di Partanna.


Al momento dell’incidente Marco era seduto sul sedile posteriore dell’auto, guidata dal padre. Dopo lo schianto, l’auto è finita contro la ringhiera della provinciale e i tubi si sono conficcati nell’auto, rivelandosi letali per il piccolo.

Imputati anche i dipendenti dell’ex provincia e del Comune: secondo il pubblico ministero sarebbero responsabili di omissioni riguardo la segnaletica stradale e le barriere inadeguate. In base a quanto ricostruito sembra, infatti, che l’automobilista palermitano non abbia visto il cartello distop” perché coperto dalla vegetazione.

Per Badano il pm Michele Marrone ha chiesto un anno di reclusione, con le attenuanti generiche e con la diminuzione prevista dal rito abbreviato. L’udienza conclusiva è stata fissata per il prossimo 22 dicembre.

Foto di repertorio