Va al cimitero e trova la salma di uno sconosciuto nella cappella di famiglia

Va al cimitero e trova la salma di uno sconosciuto nella cappella di famiglia

BURGIO – Si reca al cimitero e trova una spiacevole sorpresa: nella cappella di famiglia è stata sepolta la salma di un estraneo.

La protagonista della macabra scoperta è una donna che nel 2019 ha ereditato da un proprio parente una cappella gentilizia nel cimitero comunale di Burgio (Agrigento), all’interno della quale è stata tumulata una salma non appartenente alla famiglia.


Dopo aver preso coscienza dell’accaduto, la donna si è rivolta al Comune per comprendere chi avesse dato l’autorizzazione – senza che lei ne venisse informata – alla sepoltura.

La richiesta di accesso agli atti da parte del Comune sembra essere stata totalmente dimenticata, considerando che l’amministrazione comunale non ha dato alcuna risposta. È per questo che la vicenda è finita al Tar di Palermo.

I giudici amministrativi hanno accolto il ricorso presentato da Girolamo Rubino e Vincenzo Airò, i legali della donna, e condannato il Comune ad esibire la documentazione entro 30 giorni.

Foto di repertorio