Succede ad Agrigento e provincia: 28 ottobre POMERIGGIO

Succede ad Agrigento e provincia: 28 ottobre POMERIGGIO

Succede ad Agrigento e provincia: 28 ottobre POMERIGGIO

AGRIGENTO – Ecco le operazioni condotte dalla Polizia di Stato ad Agrigento e provincia:


  • La Polizia di Stato ha denunciato in stato di libertà un uomo per il reato di detenzione illegale di fauna selvatica. Gli uomini della Squadra Mobile di Agrigento, a seguito di perquisizione domiciliare hanno trovato 9 esemplari di cardellini appartenenti a specie protetta non detenibile, tutelati dalla normativa vigente. I volatili sono stati trasferiti nel centro provinciale di recupero fauna selvatica con sede a Cattolica Eraclea (AG);

 

  • nell’ambito di un servizio di polizia giudiziaria mirato alla prevenzione e alla repressione del traffico illecito di sostanze stupefacenti o psicotrope, la Polizia di Stato ha denunciato in stato di libertà l’agrigentino F.B. Gli uomini della Squadra Mobile hanno trovato il giovane in  possesso di hashish, nascosto nel ripiego dei pantaloni che indossava, racchiusa in un involucro di cellophane del peso complessivo di 13,7 grammi, nonché di un bilancino di precisione custodito nella sua abitazione;

 


  • nell’ambito del potenziamento dei servizi di vigilanza stradale finalizzati al controllo dei mezzi adibiti al trasporto merci, pattuglie della Sezione Polizia Stradale, lungo la SS 115, hanno proceduto al controllo di svariati mezzi pesanti, con la contestazione di numerose infrazioni, per un totale di circa 6700 euro. Due mezzi, il primo di una azienda di Modica, fermato nei pressi di Licata, il secondo di un’azienda di Brindisi, fermato nei pressi di Sciacca, sono stati sorpresi con congegni altamente professionali, dotati di magneti, in grado di eludere i controlli in merito ai tempi di guida e di pausa dei conducenti, tramite interruttori occultati presenti nelle cabine. Il conducente di uno dei mezzi è stato sanzionato poiché alla guida di una tipologia di veicolo oltre il limite di età consentito dalla legge e poiché in mancanza di abilitazione professionale alla guida. Per quanto riguarda il primo veicolo sono state irrogate sanzioni per un totale di 3100 euro circa, mentre per il secondo un totale di 1700 euro circa.  Al conducente di un altro veicolo, di una azienda di Ribera, fermato tra Sciacca e Ribera, è stata contestata una contravvenzione di 1500 euro circa, perché in possesso di tipologia di patente non idonea per la conduzione di quella tipologia di veicolo nonché per mancanza dell’abilitazione professionale prescritta. In occasione del controllo di altri due veicoli sono state irrogate contravvenzioni per un totale di circa 400 euro, per superamento dei limiti di velocità consentiti sulla base della tipologia di veicolo, accertamenti effettuati tramite apparecchiatura cronotachigrafo, e per varie inefficienze tecniche dei veicoli.