Strage di Ravanusa, è stata la saldatura a cedere e a provocare la fuga di gas

Strage di Ravanusa, è stata la saldatura a cedere e a provocare la fuga di gas

RAVANUSA – Sarebbe stata una saldatura dei tubi interrati che ha ceduto a provocare la fuga di gas dalla quale è poi partita la fortissima esplosione che ha dilaniato il quartiere di via Trilussa a Ravanusa lo scorso 11 dicembre, provocando la morte di 9 persone.

È ciò che sarebbe emerso, come si legge oggi su La Repubblica, dalle indagini condotte dai pm della Procura di Agrigento guidata da Salvatore Vella. Gli esperti che stanno effettuando la perizia sono guidati dal professore Antonio Barcellona dell’Università di Palermo.


Le indagini, si basano anche sulle testimonianze degli abitanti della zona raccolte dagli investigatori del Comando provinciale dei carabinieri di Agrigento, spesso, i cittadini del Comune agrigentino avrebbero parlato di “puzza di gas” nel periodo precedente all’esplosione, ma nessuno avrebbe segnalato la cosa in maniera ufficiale.

Inoltre, si sta anche verificando se il gas che viaggiava all’interno dei tubi fosse stato trattato con degli speciali additivi che ne accentuano l’odore, rendendo così più evidente il verificarsi di un’eventuale fuoriuscita.

È stata esclusa l’ipotesi di una “pressione esterna” sul tratto interessato, provocata dai movimenti franosi che interessano la zona. Per questo le indagini si stanno esclusivamente concentrando sulla gestione dell’impianto e sui controlli periodici sui tratti più critici.

Foto di repertorio