Strage di Licata, vietati i funerali pubblici delle vittime: autorizzata la benedizione delle salme

Strage di Licata, vietati i funerali pubblici delle vittime: autorizzata la benedizione delle salme

LICATA – Non sono stati autorizzati i funerali pubblici delle 4 vittime della strage di Licata avvenuta la scorsa settimana per mano di Angelo Tardino, il 48enne deceduto successivamente all’ospedale Sant’Elia dopo aver tentato di togliersi la vita con dei colpi di pistola alla tempia.

Il comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica, in sinergia con la Questura, ha infatti deciso di evitare lo svolgimento della cerimonia al fine evitare rischi.


Autorizzata, invece, la benedizione delle salme che avverrà direttamente al cimitero della città dell’Agrigentino.

Alla breve funzione – in programma per domani mattina – potranno partecipare esclusivamente i parenti stretti, presenti all’interno di un elenco attualmente in fase di stesura da parte della Questura. Si tratta, al massimo, di una decina di persone.

Immagine di repertorio