“Dica a Zambito di farsi la scorta”, telefonata anonima intimidatoria per il sindaco di Siculiana

“Dica a Zambito di farsi la scorta”, telefonata anonima intimidatoria per il sindaco di Siculiana

SICULIANA –Digli a Giuseppe Zambito di farsi la scorta“. Con queste parole, pronunciate al telefono, un interlocutore anonimo ha tentato di intimidire il sindaco di Siculiana, Giuseppe Zambito.

Il primo cittadino, di 46 anni, esercita il suo mandato da ottobre 2020. Dopo essere stato messo al corrente dell’intimidazione, Zambito si sarebbe recato dai carabinieri per formalizzare una denuncia a carico di ignoti.


Nonostante la telefonata sia avvenuta nei giorni scorsi, è stato mantenuto il massimo riserbo fino a oggi.

A seguito della denuncia, i militari hanno avvisato la Procura della Repubblica di Agrigento che ha aperto un fascicolo d’inchiesta.

La telefonata non è arrivata al Comune, né direttamente al sindaco: l’interlocutore misterioso avrebbe deciso di contattare un familiare del primo cittadino, che chiaramente ha riferito a Zambito quanto accaduto.

Dopo aver pronunciato quelle parole, l’interlocutore avrebbe subito riattaccato.

Al momento risulta difficile credere che le minacce ricevute dal sindaco possano essere solo il frutto di uno scherzo. I carabinieri ritengono, tra l’altro, che il gesto intimidatorio possa provenire proprio nel territorio di Siculiana.

Gli investigatori non escludono di poter risalire al numero di telefono utilizzato dall’interlocutore anonimo.