Caos scuole, i sindaci chiudono e i giudici aprono: l’ultimo caso è quello di Agrigento

Caos scuole, i sindaci chiudono e i giudici aprono: l’ultimo caso è quello di Agrigento

AGRIGENTO – Il Presidente del Tar Sicilia ha sospeso anche la seconda ordinanza con la quale il sindaco di Agrigento aveva disposto la didattica a distanza nelle scuole comunali dal 15 al 24 gennaio.

Il Giudice amministrativo avrebbe, infatti, accolto l’istanza cautelare presentata contro l’ordinanza del primo cittadino della città che si trova in zona arancione.


Il Tar avrebbe confermato, inoltre, il provvedimento di sospensione già adottato venerdì scorso nei confronti di analogo provvedimento sindacale.

“Non sembra esserci spazio per i comuni di disciplinare l’attività scolastica in stato di emergenza sanitaria diversamente rispetto a quanto attualmente stabilito dalla legge statale, alla cui competenza appartiene la gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19 trattandosi di profilassi internazionale, queste le motivazioni.

L’udienza per la trattazione collegiale è stata fissata per il 10 febbraio 2022.

Sembrerebbe che molti genitori siano pienamente contenti del provvedimento.

Immagine di repertorio