Viene accusato di furto e tenta di uccidere vicina di casa: in manette pregiudicato

Viene accusato di furto e tenta di uccidere vicina di casa: in manette pregiudicato

Viene accusato di furto e tenta di uccidere vicina di casa: in manette pregiudicato

MARSALA – Alle prime luci del mattino i carabinieri della compagnia di Marsala hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal giudice delle indagini preliminari del tribunale di Marsala, nei confronti di Giuseppe Barraco, pregiudicato diciannovenne marsalese, residente in Contrada Amabilina.


Le indagini, condotte dai carabinieri del nucleo operativo sotto la guida della procura di Marsala, hanno permesso di evidenziare le responsabilità dell’uomo riguardo al tentato omicidio di una vicina di casa.


Il giovane, dopo aver scoperto di essere stato denunciato dalla vicina per furto in abitazione, avrebbe tentato di ucciderla versandole addosso dell’alcool etilico. Il tentativo non sarebbe però riuscito a causa di un malfunzionamento dell’accendino che aveva tra le mani.

Non contento del fallimento, avrebbe comunque dato fuoco allo zerbino davanti alla porta di casa della donna, per poi dirigersi sul terrazzo condominiale. Da lì avrebbe iniziato a lanciare alcuni vasi di piante di proprietà della stessa vicina in direzione dei passanti. Nell’ordinanza emessa dal giudice per le indagini preliminari su richiesta della procura, viene contestata anche la commissione di due rapine.

All’alba i militari del nucleo operativo radiomobile della compagnia carabinieri di Marsala, mentre si dirigevano verso la sua abitazione, hanno rintracciato l’uomo in via Salemi. Fermato, il ragazzo è stato condotto a “Villa Araba”, e al termine della stesura degli atti di rito, è stato arrestato e condotto nel carcere di Trapani.