Entra illegalmente in Italia e spaccia droga: in manette 22enne tunisino

Entra illegalmente in Italia e spaccia droga: in manette 22enne tunisino

Entra illegalmente in Italia e spaccia droga: in manette 22enne tunisino

SANTA CROCE CAMERINA – Nella serata di ieri, giovedì 22 ottobre, i carabinieri della Stazione di Santa Croce Camerina (Ragusa) e del Nucleo operativo e radiomobile, hanno arrestato M.O., tunisino di 22 anni, a seguito di preordinato servizio perlustrativo teso a intercettare fenomeni di spaccio nel comune camarinense.


Durante il pattugliamento non è sfuggito alla vista dei militari un soggetto che maldestramente cercava di allontanarsi non appena si avvedeva del passaggio di una pattuglia dell’Arma. La prontezza dei carabinieri ha permesso di bloccare immediatamente il giovane, il quale aveva furbescamente nascosto 5 grammi di hashish già suddiviso in dosi negli slip e all’interno di una delle scarpe che indossava.

Da successivi accertamenti è emerso che il giovane aveva fatto ingresso illegalmente nel territorio italiano meno di due mesi fa, nell’ambito degli sbarchi fantasma in cui imbarcazioni più o meno piccole riescono a approdare sulle coste siciliane in modo clandestino. L’immigrato è riuscito a darsi alla macchia nella provincia trapanese, per poi giungere nel ragusano grazie a una fitta rete relazionale che, negli anni, la folta comunità tunisina ha costruito per dare supporto ai connazionali. Per tale motivo lo si avviava all’accompagnamento coattivo ai fini dell’espulsione.


Durante i preparativi ha tentato la fuga strattonando violentemente i militari, senza fortuna, poiché riusciva solamente ad ottenere un provvedimento di arresto per resistenza a pubblico ufficiale.

Lo straniero è stato trasferito al carcere di Ragusa, a disposizione del pubblico ministero di turno, in attesa del giudizio direttissimo.