Palermo, l'attacco incerottato costringe Pergolizzi a variare il modulo: tante novità in vista del Savoia

Palermo, l’attacco incerottato costringe Pergolizzi a variare il modulo: tante novità in vista del Savoia

Palermo, l’attacco incerottato costringe Pergolizzi a variare il modulo: tante novità in vista del Savoia

PALERMO – Domani pomeriggio secondo impegno consecutivo al Barbera per il Palermo: sul campo della ex Favorita sarà di scena il Savoia, compagine accreditata a inizio torneo come una delle favorite per la promozione in Serie C.


Ma lo strapotere rosanero ha ridimensionato un po’ tutte le velleità delle antagoniste, al punto che il Savoia, dopo dieci partite disputate, si trova in classifica staccato di 13 punti dal Palermo.


Quella in programma domani non sarà, comunque, una partita facile per gli uomini di Pergolizzi, perché i bianchi di Torre Annunziata sanno ben disporsi in campo, hanno delle buone individualità e, con un pizzico di fortuna in più, sarebbero in una migliore posizione in classifica rispetto al quinto posto occupato al momento.

Il mister rosanero dovrà sgombrare la mente dei suoi dalla rischiosa sensazione di sentirsi troppo forti, sensazione che invita alle giocate a effetto, che possono vanificare delle buone opportunità offensive o portare a situazioni di pericolo immotivate nella retroguardia.

Pergolizzi dovrà anche fare a meno di Santana, ancora non ripresosi del tutto dai problemi muscolari che lo affliggono, e di Sforzini che, infortunatosi giovedì durante l’allenamento, dovrà stare fuori due mesi per la frattura del perone della gamba sinistra.

L’indisponibilità dei due attaccanti costringerà l’allenatore rosanero a variare il modulo e la formazione che così bene ha fatto nelle ultime partite.

La necessità di avere un attaccante in panchina da inserire in caso di necessità e l’opportunità di conferire maggiore peso al centrocampo, considerato il valore degli avversari, lascia presagire il passaggio al 4-3-1-2, con Ficarrotta in panchina e Ambro sulla trequarti.

In base a queste considerazioni, il Palermo dovrebbe, perciò, scendere in campo con il 4-3-1-2 formato da Pelagotti; Doda, Lancini, Crivello, Vaccaro; Martinelli, Martin, Kraja; Ambro; Ricciardo, Felici.

Il Savoia dovrebbe schierarsi con il 3-5-2 con Prudente; Oyewale, Giunta, Poziello; Orlando, Gatto, Guastamacchia, Osuji, Dionisi; Rondinella, Scalzone.

Immagine di repertorio