Mezzi obsoleti e al limite delle norme di sicurezza: l'assessore Falcone incontra i sindacati autonomi dei trasporti

Mezzi obsoleti e al limite delle norme di sicurezza: l’assessore Falcone incontra i sindacati autonomi dei trasporti

Mezzi obsoleti e al limite delle norme di sicurezza: l’assessore Falcone incontra i sindacati autonomi dei trasporti

PALERMO – Si è svolta ieri sera la riunione indetta dall’assessore regionale alle infrastrutture e alla mobilità Falcone che, per l’occasione, ha incontrato i sindacati autonomi dei trasporti. La delegazione, composta dai segretari regionali Lo Schiavo e Moschella, oltre a Giuseppe Cottone e Tanino Guida, ha rappresentato al tavolo tutte le inadeguatezze che, nel tempo, hanno reso il trasporto pubblico locale e il trasporto regionale ferroviario  “inefficiente ed inefficace” , rispetto alle esigenze della collettività .


Le politiche inconcludenti da parte dei governi precedenti che si sono succeduti nel tempo, non hanno fatto altro che mortificare le legittime aspettative dei cittadini, costretti ad utilizzare il mezzo pubblico di trasporto per recarsi a lavorare o per andare a scuola.


Tale situazione, ha inoltre costretto gli autisti del settore a svolgere la propria attività lavorativa su dei mezzi obsoleti e al limite delle norme di sicurezza mentre, il personale addetto alla verifica titoli di viaggio, è stato sottoposto a subire insulti gratuiti e spesse volte gravissime aggressioni sia verbali che fisiche.

I mancati investimenti, come la mancata programmazione, oltre ai tagli abnormi dei contributi regionali e statali,  hanno portato le aziende al collasso totale, dove i piani industriali,  utili al rilancio e allo sviluppo delle società, sono rimasti solo sulla carta e laddove adottati, si sono rivelati totalmente nocivi. Anche il “contratto di servizio ponte 2015-2016” di trasporto ferroviario di Trenitalia,  (peraltro ancora in fase di discussione) scaduto il 31 dicembre 2016, al momento,  in fase di discussione  fortemente contestato dai lavoratori  e dal Comitato dei pendolari, si è rivelato del tutto inadeguato alle esigenze della collettività.

Una volta sentite le istanze dei sindacati autonomi, l’assessore Falcone, partendo dalle linee guida tracciate nel programma del Presidente Musumeci, sulle Infrastrutture e Trasporti, e a  salvaguardia degli interessi dell’amministrazione regionale e della collettività, dal canto suo, ha illustrato in maniera esaustiva il cronoprogramma e le iniziative che intende assumere a breve  e medio termine per  far in modo che la questione dei trasporti in Sicilia possa assumere quanto prima il giusto ruolo che gli compete.